venerdì 27 luglio 2018

Everdell

Stavo giracchiando per BGG quando ho notato che Everdell, un kickstarter della Game Salute che ho tenuto d'occhio, è schizzato nelle primissime posizione della hotlist nonostante fossimo nella settimana dello SdJ e l'attenzione fosse su quello e su altri KS colossali (qualcuno ha detto "nuova edizione di Project: ELITE")... ho fatto un salto sulla pagina del progetto e indovinate? In anticipo di parecchie settimane stanno già spedendo il gioco ai backer americani.

Perché vi parlo di Everdell? Gameplay a parte, che mi piacerebbe molto provare, ha un'ambientazione e una grafica da paura che hanno colpito nel segno con la loro discreta antropomorfizzazione degli animali della foresta. La palette di colori autunalle e la luce diffusa fanno il resto. Le risorse sono azzeccate ed evocative (bacche, resina, ciottoli e legnetti). L'albero in cartonato aggiunge tridimensionalità. Se hanno fatto tutto per bene sarà spettacolare al tavolo.



Parliamo di regole. Il gioco è un piazzamento lavoratori, partiamo con 2 e durante la partita aumentano fino a 6, crescita regolare per tutti e senza azione dedicata... molto apprezzato, grazie.
I lavoratori li piazziamo sulla plancia (un mix di locazione esclusive e condivise) e sulle carte con lo scopo di ottenere risorse, risolvere obiettivi e soprattutto manipolare la nostra mano di carte... perché Everdell è un gioco di gestione della mano e una delle azioni principali è proprio quella di calare carte in gioco (ma si possono prendere anche da un display comune sulla plancia) per ottenere i più disparati effetti; dando un'occhiata alle immagini mi sembra che siano per lo più effetti ongoing, e non one shot... quindi lo scopo ultimo dovrebbe essere la creazione di un motore capace di garantirci combinazioni efficaci.
Le carte si pagano con le risorse e vengono disposte davanti a noi, a creare la nostra città, e saranno queste a determinare il nostro punteggio finale.

Il regolamento è piuttosto linare, una manciata di pagine piuttosto ben scritte. Il testo sulle carte è semplice e non dovrebbe mettere in difficoltà nessuno una volta tradotto il regolamento con il glossario nelle ultime pagine.
A distanza di qualche mese è quasi un dispiacere non averci creduto, ma magari riesco a recuperarne una copia sui mercatini :)

1 commento: