mercoledì 4 aprile 2018

Anteprima The Faceless


Da autore devo ammettere di aver pensato allo sviluppo di un gioco con le calamite o che sfrutti il magnetismo, sicuramente più di una volta e sicuramente è lo stesso per molti altri autori. Chiacchiera e Albini sono riusciti a mettere in tavola un prototipo che sfrutti questa forza della natura :) e che ha convinto la Alter Ego Games a lanciarsi sul mercato con un kickstarter per la realizzazione di The Faceless (correte a vedervi gli studi delle miniature su BGG).

Fra una decina di giorni partirà la raccolta fondi di questo cooperativo per 2-4 giocatori in cui ci si calerà nei panni di bambini impegnati nel salvataggio di Ethan, un loro amico che stava indagando su Billygoat, un mostro che trasforma i bambini in Faceless... a guidarvi nella discesa nel Mondo Crepuscolare sarà una bussola speciale!


Il flusso di gioco è piuttosto semplice, giocando carte dalla propria mano si va a interagire con i faceless sul bordo della mappa o con la minia di Billygoat. Successivamente si muove la pedina/bussola della squadra secondo l'orientamento... influenzato appunto dai mostri come vedete nell'immagine qui sopra. Si refillerà poi la mano.
I giocatori dovranno esplorare la plancia collezionando token memory evitando ostacoli e Billygoat. Una manciata di altre regole danno profondità al gioco (anche l'orientamento dei faceless può cambiare modificando l'orientamento del campo magnetico e quindi la sua influenza sulla bussola) e permettono alla partita di svilupparsi e raccontare una storia (il cattivo diventa più forte e il mondo più scuro).
La partita termina con una vittoria se si raccolgono 8 token memory prima del termine del mazzo e senza finire su un ostacolo (senza token per eluderlo) o intrappolati da Billygoat.


The Faceless sembra un prodotto molto ben concepito, con un'ambientazione sviluppata e approfondita e potete addirittura leggere sul sito della Alter Ego i background dei singoli personaggi. Le miniature sono evocative, i faceless con i due fronti dello stesso personaggio prima e dopo la trasformazione mi sembrano particolarmente azzeccati e a livello di idea sono tra le più belle che ho potuto vedere ultimamente, ma se ne potrà valutare la bontà solo alla consegna. Decisamente soddisfacente anche il comparto grafico e illustrazioni. Da provare invece il gameplay che senza avere il gioco tra le mani è difficile da valutare, ma mi da sensazioni positive. Non ho ancora trovato info sul prezzo, ma sono piuttosto curioso di sapere a quanto riusciranno a proporlo e se ci saranno stretch goal. Tenetelo d'occhio!

Nessun commento:

Posta un commento