martedì 24 aprile 2018

Intervista a Cesare Mainardi di Atalia Giochi


Oggi ospitiamo sulle nostre pagine un editore d'oltralpe, Cesare Mainardi di Atalia Giochi, che ho avuto il piacere di incontrare a Play Modena.

Ciao Cesare, essendo la prima volta che vieni a trovarci, ti andrebbe di presentarti ai nostri lettori?
Ciao, anche se vivo e lavoro in Francia da 18 anni sono italianissimo. Sono nato a Roma, ma ho vissuto soprattutto a Ravenna. Sono ingegnere chimico di formazione ma la vita ha voluto che lavorassi principalmente nei campi degli acquisti e della logistica. Avendo accumulata una grande esperienza e, appassionato di giochi per hobby e anche autore a tempo perso, ho deciso qualche anno fa di unire l'utile al dilettevole per fondare Atalia, una società di distribuzione di giochi in Francia e nel Belgio francofono. Adesso cerchiamo di far in Italia quello che abbiamo fatto oltralpe. Atalia ha cominicato la sua attività nel febbraio 2015, ma fra i suoi clienti conta già più di 350 negozi indipendenti e alcune catene di magazzini come la FNAC, La Grande Récrée, JoueClub, che in Francia hanno ciascuno un centinaio di punti vendita. Lavoriamo con editori del calibro di Ravensburger, Queen Games, Sit Down (Magic Maze...), Brain Games (Ice Cool...) e tanti altri fra cui anche editori italiani. Siamo noi per esempio che distribuiamo Wendake della Placentia Games e Lorenzo Il Magnifico della Cranio Creations.

mercoledì 4 aprile 2018

Anteprima The Faceless


Da autore devo ammettere di aver pensato allo sviluppo di un gioco con le calamite o che sfrutti il magnetismo, sicuramente più di una volta e sicuramente è lo stesso per molti altri autori. Chiacchiera e Albini sono riusciti a mettere in tavola un prototipo che sfrutti questa forza della natura :) e che ha convinto la Alter Ego Games a lanciarsi sul mercato con un kickstarter per la realizzazione di The Faceless (correte a vedervi gli studi delle miniature su BGG).

Fra una decina di giorni partirà la raccolta fondi di questo cooperativo per 2-4 giocatori in cui ci si calerà nei panni di bambini impegnati nel salvataggio di Ethan, un loro amico che stava indagando su Billygoat, un mostro che trasforma i bambini in Faceless... a guidarvi nella discesa nel Mondo Crepuscolare sarà una bussola speciale!


Il flusso di gioco è piuttosto semplice, giocando carte dalla propria mano si va a interagire con i faceless sul bordo della mappa o con la minia di Billygoat. Successivamente si muove la pedina/bussola della squadra secondo l'orientamento... influenzato appunto dai mostri come vedete nell'immagine qui sopra. Si refillerà poi la mano.
I giocatori dovranno esplorare la plancia collezionando token memory evitando ostacoli e Billygoat. Una manciata di altre regole danno profondità al gioco (anche l'orientamento dei faceless può cambiare modificando l'orientamento del campo magnetico e quindi la sua influenza sulla bussola) e permettono alla partita di svilupparsi e raccontare una storia (il cattivo diventa più forte e il mondo più scuro).
La partita termina con una vittoria se si raccolgono 8 token memory prima del termine del mazzo e senza finire su un ostacolo (senza token per eluderlo) o intrappolati da Billygoat.


The Faceless sembra un prodotto molto ben concepito, con un'ambientazione sviluppata e approfondita e potete addirittura leggere sul sito della Alter Ego i background dei singoli personaggi. Le miniature sono evocative, i faceless con i due fronti dello stesso personaggio prima e dopo la trasformazione mi sembrano particolarmente azzeccati e a livello di idea sono tra le più belle che ho potuto vedere ultimamente, ma se ne potrà valutare la bontà solo alla consegna. Decisamente soddisfacente anche il comparto grafico e illustrazioni. Da provare invece il gameplay che senza avere il gioco tra le mani è difficile da valutare, ma mi da sensazioni positive. Non ho ancora trovato info sul prezzo, ma sono piuttosto curioso di sapere a quanto riusciranno a proporlo e se ci saranno stretch goal. Tenetelo d'occhio!