giovedì 21 settembre 2017

Intervista a Fabio Bottoni (Crawling Chaos Games)


Alle volte il pensiero mainstream fa degli scherzi incredibili. Il tamtam mediatico intorno a questo titolo non è fortissimo e pensavo sarei stato l'unico a scrivere del progetto Kickstarter di cui leggerete tra poco... invece mi hanno anticipato in diversi nei giorni scorsi. Andiamo comunque a conoscere Fabio, uomo chiave dietro Mini G4m3s Studio e la nuova Crawling Chaos Games.

Ciao Fabio, come sempre ai nostri ospiti ti chiedo di presentarti ai nostri lettori.
Salve a tutti! Sono Fabio Bottoni, ho 37 anni e vivo in provincia di Pisa. Mi dedico al GdR dal 1989 e tra un impegno e l'altro di game design. Faccio anche il programmatore, per avere i soldi da spendere in GdR, GdT e LEGO!

Sono venuto in contatto con te relativamente al tuo impegno con Mini G4m3s Studio. Ci vuoi parlare di questo progetto?
La Mini G4m3s Studio è nata in seguito al successo riscontrato tra il pubblico di un gioco di ruolo che realizzammo nel 2010 e che presentammo a Lucca quasi per scherzo. Mini Bullets si presentava come un manuale rilegato in pelle in formato A5, dal basso costo e contentente nelle sue 212 pagine tutto quello che serviva per giocare avventure one shot in un mondo western popolato dalle classiche razze fantasy. Orchi messicani, Halfling irlandesi, Elfi indiani e così via.A sua volta il gioco era nato dalla mia esigenza di avere un GdR veloce da spiegare, con personaggi creabili in 10 minuti e da poter proporre agli amici in una singola sera, senza dover organizzare lunghe campagne che puntualmente, per gli impegni ormai sopraggiunti dopo l'università, saltavano. A Lucca Comics & Games scoprimmo che quel problema era comune a molti giocatori (oramai ex giocatori) e il gioco andò esaurito! Pensammo così che valeva la pena portare avanti il progetto, ed oggi alla collana "mini" (stesso regolamento per ogni manuale ma ambientazioni diverse) affianchiamo altri titoli, anche di autori esterni al terzetto che ha fondato la Mini G4m3s Studio (insieme a me ci sono Francesca Marina Costa e Andrea Zoffoli), come 1300, Drizzit il Gioco di Ruolo, Immagina ed altri, per un totale di oltre venti manuali.


In realtà sono però molto interessato alla nuova realtà editoriale che sta nascendo. Di che si tratta?
La Crawling Chaos Games  a differenza della Mini G4m3s Studio, si occuperà di Giochi da Tavolo ed è una realtà attiva progettualmente da un paio di anni. Io mi sono unito solo di recente a loro, in fase di perfezionamento del primo progetto, e mi hanno convinto subito! La serietà con cui stavano lavorando e le idee per i progetti futuri denotavano chiaramente un potenziale incredibile, ed ho deciso di imbarcarmi con loro nell'impresa.

Lancerete presto un progetto su KS. Ci puoi dire qualcosa su questo gioco?
La campagna Kickstarter di War Titans: invaders must die è in corso in questo momento. Il gioco è un cooperativo (ma con l'espansione overlord uno dei giocatori veste i panni del nemico) in cui ciascun giocatore veste i panni i un pilota della federazione terrestre, a cui viene affidato un robot con cui affrontare gli invasori alieni che arrivano sull aterra da 4 brecce. Il gioco si dipana in turni, ognuno dei quali rappresenta un episodio di una serie animata, fino a giungere alla distruzione dei 4 rift e allo scontro finale per salvare la terra! I robot possono essere potenziati e i nemici crescono di potere mano a mano che si avanza nel gioco, rendendo gli ultimi turni una vera sfida!

Perché avete scelto la via del crowdfunding?
War Titans è un gioco ricco di materiale. Per poter rendere al meglio l'ambientazione (che in questo titolo gioca un ruolo fondamentale) sul avolo non ci saranno semplici tessere di cartoncino a rappresentare robot e invasori, ma miniature alte fino a 50mm (39 nella sola scatola base, di cui 27 uniche). Una componentistica così e importante e l'unicità dei singoli modelli ci ha portato a pensare che il crowdfunding avrebbe interessato al progetto un alto numero di persone, anche oltre oceano, che con una normale produzione limitata all'italia non avremmo potuto raggiungere.

Altre novità in cantiere su cui ti puoi sbottonare?
Per ora no, ma gli amanti delle serie TV possono aspettarsi giorni felici!

Grazie per il tuo tempo. A presto
Grazie a te!

1 commento:

  1. Intervista interessante, spero che War Titans: invaders must die possa andare a buon fine.

    RispondiElimina