martedì 18 luglio 2017

MANCALAMARO, facciamo conoscenza con Simone Serrao

Una nuova casa editrice, MANCALAMARO, si affaccia sul mercato italiano, per presentarvela facciamo due parole con Simone, che salutiamo e a cui chiediamo di presentarsi in qualche riga.
Mi chiamo Simone Serrao, sono titolare dal 2012 dell'insegna Orso Ludo, negozio indipendente di Giochi e Giocattoli da 0 a 115 anni, sito nel Centro Storico di Parma.
Da quest'anno collaboro con Proludis, con cui abbiamo costruito MANCALAMARO, per entrare nel mondo dei Giochi da Tavolo da Editori.

Vi rivolgerete a un target specifico o a un ampio spettro di clienti?
La sfida è ardua, ci apprestiamo ad entrare in un panorama già molto affollato.
MANCALAMARO vorrebbe inserirsi, per la quasi totalità del proprio catalogo, nell'ambito dei Giochi Family.
Qualche titolo per giocatori più evoluti ci sarà, senza esagerazioni...



In cosa cercherete di differenziarvi rispetto agli altri editori? Il mercato italiano è, a detta di tutti gli operatori, in espansione. E voi cosa pensate delle potenzialità di questa nicchia?
Non credo ci sia bisogno di differenziarsi dagli altri operatori del settore, credo piuttosto che si debba lavorare in modo serio, promuovendo in modo puntuale i propri prodotti, scegliendo con logica i titoli e affidandosi a persone competenti per la divulgazione. La rete di negozi che Proludis rifornisce è un bellissimo punto di partenza, ma l'idea è quella di arrivare pian piano a far conoscere il marchio e permettere a tante altre realtà di poter conoscere i giochi.
Il gioco da tavolo ha bisogno di gente appassionata e professionale, noi ci testiamo in quest'avventura con l'idea di proporre quello che ci piace, cercando di incontrare i gusti del pubblico, senza snaturare i nostri.
Se Proludis ha investito per entrare in questo mondo, vuol dire che crede fortemente in questa nicchia di mercato, consapevole delle difficoltà che si devono affrontare rispetto agli altri settori.

Due parole su negozi tradizionali vs shop online.
Il negozio tradizionale in questo periodo storico ha una grande possibilità: può fare la differenza e far capire l'importanza della competenza. Lo shop on-line esiste e non porta nessuna crescita al settore (non parlo di aspetti economici), ma credo che alla lunga, se il negozio tradizionale impiegherà le forze necessarie, le persone capiranno la differenza e continueranno a comprare nei negozi fisici. Quel pubblico è la vera risorsa del settore, quella la vera potenzialità della nicchia. Coloro che si avvicinano ai giochi da tavolo sono una risorsa, non chi aspetta le nuove uscite solo per trovare il modo di giudicarle negativamente e stroncarle, vanificando gli sforzi di chi investe soldi ed energie per fare qualcosa di nuovo (a prescindere dai risultati). Purtroppo c'è un esercito di personaggi che vive su forum, blog e gruppi Facebook che ama distruggere qualunque cosa compaia sul mercato, salvo rarissime eccezioni.
Speriamo in un'evoluzione da questo punto di vista.

Il vostro punto di vista sull'offerta fieristica. Parteciperete a qualche evento?
MANCALAMARO sarà per la sua "Prima volta" al LUCCA COMICS & GAMES 2017, a G come Giocare, al Modena Play e un pò in giro qua e là... Stiamo mettendo giù programmi e calendari, siamo solo agli inizi.

Chiusura finale. Perché i lettori di RVP dovrebbero comprare i vostri prodotti?
I lettori compreranno i nostri prodotti se apprezzeranno i nostri giochi e il nostro modo leggero di proporli. Speriamo di entrare nel modo più semplice possibile, mettendoci Professionalità e Divertimento.
Parlando a livello personale, voglio vivermi l'esperienza con lo stesso entusiasmo con cui ho iniziato 5 anni fa a gestire il mio punto vendita, voglio lavorare duro divertendomi.

Grazie mille per la tua disponibilità. A presto.
Grazie mille a te, tanti saluti.

1 commento:

  1. Già dal nome promettono bene.
    Buona fortuna alla ManCalamaro!

    RispondiElimina