giovedì 25 maggio 2017

Topiary (Fever Games)

Dopo l'esperienza fatta con le localizzazioni degli anni scorsi, Fever Games si lancia nella produzione di un titolo originale. Il salto non è scontato e avrebbe potuto tranquillamente tradursi in un buco nell'acqua. I ragazzi di Fever invece dimostrano di saperci fare e a Play hanno presentato Topiary, un filler per famiglie per 2-4 giocatori dalla durata sui 20 minuti.

Il gioco si appoggia sul concetto di linea di vista e i giocatori sono chiamati, in qualità di abili giardinieri, a creare prospettive il più armoniose possibili per i visitatori del parco, in pratica nel mettere in linea alberi potati in altezza progressivamente più alta e con tema comune.



I materiali sono adeguati al prezzo, con una bella pila di tessere illustrate in maniera semplice e piacevole, una manciata di meeple e un tabelloncino segnapunti. La copertina della scatola, bianca con l'immagine sfumata al centro, mi lascia un pochino interdetto; si allontana dai canoni german a cui siamo abituati (manca il giardiniere, il nostro alter ego, e rimane solo l'opera d'arte), ma sembra funzionare proprio bene con il target a cui il gioco si rivolge... ha incuriosito tutte le famiglie a cui l'ho proposto, ancor più dopo aver spiegato che l'ars topiaria è quella espressa da Edward mani di forbice nel film con Johnny Depp.

Le dinamiche di gioco sono piuttosto semplici e risulta ostico da padroneggiare solo alla prima partita il conteggio finale delle tessere in mano. L'interazione diretta e dispettosa è totalmente compatibile con l'impegno richiesto dal gioco e nessuno l'ha mai lamentata, anzi, ha dato il via a piacevoli sfottò.
Il prezzo (contenuto) e la confezione (non impegnativa) penso ne faranno un interessante regalo nei mesi a venire.

Curiosi di vedere i materiali con i vostri occhi? Ecco qui per voi il nostro unboxing. Come sempre vi invito a iscrivervi al nostro canale YouTube e se vi va di sostenerci clickate anche sui bannerini pubblicitari che compaiono a lato di questo articolo.


2 commenti:

  1. Provato a play.... deludente... non ha soddisfatto il mio palato...

    RispondiElimina