giovedì 23 marzo 2017

now press Play! Intervista ad Andrea Ligabue

Oggi facendo due parole in chat con Andrea Ligabue, direttore artistico di Play, è scattata la frase "... sto morendo! Però sarà la migliore Play di sempre!" e siccome non posso fargliela passare liscia adesso deve raccontare il perché di tanta sicurezza ai nostri lettori :D

Ciao Andrea, perché affermi che questa sarà la migliore edizione di sempre?
Banalmente perchè Play è, da quando è nato, un evento in crescita sia in termini di pubblico che in termini di programma: sarebbe strano non aspettarsi un ulteriore salto di qualità. In realtà il salto di qualità di quest'anno, per la nona edizione (decimo anno di Play) ha anche ragioni oggettive ed evidenti: una crescita importante in termini di spazi di tutti i protagonisti del nostro settore siano essi editori o associazioni. Avremo giochi da tavolo in padiglione A, B e C; una presenza molto significativa del gioco trdimensionale e il settore Gdr in crescita esplosvia, sia intermini di quantità che di qualità dell'offerta. A questo si aggiunge uno sbarco importante e significativo nella città in cui animeremo una delle piazze più importanti e prestigiose e altre strutture. Dentro ila fiera avremo anche la prima Escape Room Tripla a livello mondiale: un evento senz'altro da non perdere!



Abbiamo riportato nei giorni scorsi che i Goblin si trasferiscono nel padiglione B, come l'avete organizzato?
I Goblin, nostri partner fin dalla prima edizione, sono una associazione sempre più forte ed in crescita: la loro richiesta di spazi agiguntivi, per migliorare ancora la loro proposta, e la nostra voglia di rendere ancora più di impatto e variegata l'offerta del pdiglione B, ci hanno spinto a questa scelta. Tutte le aree TdG, tranne quella dedicata al Goblin Maginifico, si sposteranno in un padiglione B che a seguito di questo assume una nuova forma. Giochi da tavolo nellla parte centrale con le aree dei Goblin (Ludoteca, Prestito, Visibility, RePlay) e della Family Arena; esposittori a contorno e una grande area dedicata al gioco tridimensionale con la nuovissima Legends Lounge

Quindi il padiglione A come cambia di conseguenza?
Aumenta in maniera significativa l'offerta editoriale; si consolida e cresce l'area dedicata al GdR; trovano spazio e conferme l'area del Club TreEmme, con la Play Hot List in crescita, l'Area Ospiti, gestita dal Ludus Iovis Diei, e un'area tematica dedicata altema storico di quest'anno Mutina, che si esprime in un'area dedicata ai giochi a tema romano e in uno stand centrale del Comune di Modena. In padiglione A torna l'area dell'Università di Modena e di Play Research

All'appello manca il C, che succede la in fondo?
Anche qua grandi rivoluzioni. Innanzitutto nel collegamento A-C, un'area di grande visibilità e prestigio,, trova posto l'area del BG Storico, sempre più ricca di contenuti e proposte interessantissime. Il padiglione C sarà poi caratterizzato da due aree storicamente molto importanti, Area Autoproduzione e Area Astratti e dalla nuovissima Independence Play, dedicata ai giochi indipnedenti, ai prototipi e alle piccole associazioni. Rimangono nel padiglione C il mondo del videogioco, il Laser Tag e l'arena

Cosplayer e giochi di ruolo dal vivo che fine fanno?
NAsce una nuova realtà: il Play Village. Una piazza intera (Piazza Roma, una delle più grandi e prestigiose piazze della città) che ospiterà un mercatino permanente dedicato al mondo LARP con eventi, spettacoli e ovviamente giochi. Un Bus navetta collegherà la piazza alla fiera, per permettere al pubblico di vivere entrambe le proposte. L'ostello San Filippo Neri ospiterà Play LArp, una rassegna di due giorni dedicata al mondo del LARP e coordinata dalla Chaos League. Il vecchio palazzetto dello sport ospiterà un'area interattiva tutta dedicata al mondo LEGO e li a fianco, alla Tenda, il mondo dei Cosplayer trova una nuova collocazione. Altri eventi in città come la classica Asta Tosta (al venerdì sera presso la sede del Club TreEmme), una Escape Room, due Live di grandi dimensioni nel complesso del San Filippo Neri, cene con delitto ed altre ancora

Altre novità logistiche?
Fa il suo debutto anche il padiglione F, interamente dedicato ai giochi di movimento e in legno: Ingenegneria del buon sollazzo, Ali per Giocare, la pista delle trottole, il bigliardini e tanto altro ancora.

Qualche chicca organizzativa che vuoi sottolineare?
Una su tutte l'Hardcore Gaming Room: una sala al primo piano dedicata ai nostaglici delle vecchi convention con tavoli di gioco in cui poter montare anche giochi "colossali" o provare le novità appena acquistate in fiera. Anche in questo caso un progetto reso possibile dalla collaborazione tra Play - Festival del Gioco e la Tana dei Goblin

Grazie del tuo tempo Andrea, non vediamo l'ora che aprano le porte! Ci si vede fra pochi giorni a Modena!
Buon gioco

3 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Se avessi avuto 3 mani sarebbero stati 3 pollici in su ... Purtroppo solo 2 e un grande in bocca al lupo :-)

    RispondiElimina
  3. Bell'intervista!
    Purtroppo non ci sarò in questa edizione, ma auguro a tutti di divertirsi

    RispondiElimina