martedì 26 maggio 2015

Träxx, scuola vecchia fa buon brodo (il Designer)

I designer spesso cercano l'elemento originale a tutti i costi anche fallendo clamorosamente non tanto nella bontà del gioco ma nella ricezione del pubblico. Quello teutonico in particolare a volte rivela gusti molto distanti dai miei, per farvi un esempio su tutti l'imprevedibile successo di Quixx (premiato anche con la nomina allo SdJ 2013) un paio di anni fa. Quixx è un progetto su cui ha lavorato il duetto di autori che quest'anno presentano Träxx (e The Game... in nomination per lo SdJ 2015), gioco per 1-4 giocatori che in una quindicina di minuti dovranno tracciare delle linee sulla plancia di gioco personale connettendo le differenti zone.

I materiali del gioco come potete vedere nell'immagine sono ridotti all'osso: 4 plance, 15 carte e 4 pennarelli. Le plance sono esagonate in 7 colori e alcuni esagoni presentano la numerazione da 2 a 10; le plance sono identiche salvo i punti di partenza, differenti per ognuna. Le carte indicano il colore degli esagoni (4 o 5 alla volta) che si potranno toccare ogni turno. I pennarelli, in abbinamento alle plance plastificate sono delebili.

L'obiettivo dei giocatori è quello di disegnare un percorso, con una linea continua che non entri mai in esagoni già toccati e allungandola ogni turno (seguendo le indicazioni della carta) a un solo capo. Gli esagoni numerati daranno punti positivi nel momento in cui li si raggiunge, quanto indicato se si è i primi a farlo oppure la metà, mentre tutti gli esagoni non raggiunti varranno punti negativi calcolati a fine partita. Idealmente i giocatori dovrebbero riuscire a connettere tutti gli esagoni della plancia.
La modalità solitaria sfida il giocatore a raggiungere gli esagoni numerati in maniera progressiva e con l'obiettivo di arrivare a 40 punti.


Come accennato nel titolo, questo gioco strizza l'occhio ai line drawing vecchio stile (più vicini all'enigma che al gioco moderno) avendo in realtà un'anima da network building molto basico. Il prodotto che ne consegue dovrebbe quindi risultare pulito (anche graficamente), essenziale ed elegante. Basta questo per lanciare un buon gioco in Germania e ottenere premi proprio come Quixx? Da designer, il dubbio che mi pongo è quanto sia diversa la nostra percezione del gioco rispetto al gusto tedesco e quanto possa essere un limite nella produzione di prototipi interessanti per gli editori. Per fare un esempio contrario, mi trovo molto più attratto e ispirato da un gioco lanciato sul mercato francese come Loony Quest, titolo affine per meccanica ma declinato in maniera decisamente più originale. Nel dubbio cercherò di provare entrambi. E voi? Avete commenti o preferenze tra le due scuole in cui vedo scisso il mondo Eurogame?


5 commenti:

  1. Dai dalla confezione me lo immaginavo "peggio".
    Sull'ultima domanda non so rispondere, tutta colpa dell'inesperienza.

    RispondiElimina
  2. Ci ho pensato molto, non è una domanda a cui rispondere a cuor leggero, comunque...

    I due giochi si rivolgono ad un pubblico differente. Mentre Loony Quest sceglie un preciso target di giocatori, Traxx rimane un gioco adatto a tutti. In tal senso lo vedo un pò come la nostra tombola, se mi lasciate fare il paragone. Un design neutro che lascia totalmente spazio al nudo e crudo meccanismo che c'è sotto. Ma allora dato che Truxx si rivolge ad un pubblico più ampio è migliore di Loony Quest? A mio parere no.

    La differenza fondamentale tra i due giochi è la stessa che avvertiamo noi quando ci troviamo davanti un gioco esemplare di questo decennio ed un gioco di 50 anni fa: il marketing.
    Negli elementi che compongono l'equazione Gioco da Tavolo, oggi c'è anche il marketing (e quando non c'è lo avvertiamo, come qui).
    Prima si badava al solo meccanismo, poi è arrivata l'ambientazione ed infine il design (che è anche un prodotto del marketing).

    Looney quest sa qual'è il suo pubblico e lo colpisce con forza. Traxx in queste dinamiche rimane passivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fondamentalmente il vero punto poi però è: quale dei due venderà di più?

      Elimina
    2. paradossalmente proprio Loony Quest
      anche se credo non ci sia modo di saperlo con certezza. Chi è che pubblica i dati di vendita, no?

      Elimina
    3. Gli editori acquistano sicuramente i dati di vendita, ma non credo sarò in grado di procurarmeli.
      Altro elemento... Träxx costa meno della metà.

      Elimina