martedì 10 febbraio 2015

Mr. Jack (il Compulsivo)

Oggi torno a bomba su uno dei giochi della mia collezione destinati al confronto faccia a faccia: Mr. Jack, opera di Cathala e pubblicato nel 2006 dalla Hurrican Games. Il successo di questo gioco è testimoniato dal numero di file disponibili su BGG e che vanno dai player aid ai game record per tenere traccia dei risultati fino alle traduzioni in molte lingue delle regole (ungherese, spagnolo, greco, portoghese, cinese, russo, turco, etc). Mr. Jack permette a due giocatori di calarsi nei panni di Jack the Ripper e di un investigatore determinato a catturarlo, il tutto in mezz'ora di gioco fluido.

Il giocatore che interpreta Mr. Jack conosce la sua identità segreta (uno degli otto protagonisti) e ha come obiettivo la fuga (attraverso le uscite sulla plancia) e/o l'anonimato fino a fine partita, mentre l'investigatore deve identificare il colpevole prima della fine dell'ottavo round. La partita è appunto divisa in 8 round, in cui i turni dei giocatori si alternano 4 alla volta secondo il seguente schema ABBA BAAB ABBA scandito da un mazzetto di carte... In ogni turno è possibile attivare quattro personaggi, uno alla volta, scelti secondo lo schema ripetitivo appena descritto. Ognuno di questi personaggi può essere mosso su una plancia esagonata e ha un potere speciale da attivare prima, dopo o al posto del movimento.

Al termine di ogni round Mr. Jack deve dichiarare se il personaggio dietro cui si cela sia visibile o meno; visibile significa adiacente a un altro personaggio o adiacente a un lampione. Tutti i gettoni dei personaggi con stato differente da Mr. Jack vengono voltati su un lato bianco e nero, uscendo dalla rosa dei sospettati e restringendo le maglie della rete. Qualche altra regole calibra e rende frizzante il tutto: Mr. Jack può fuggire solo se nel round precedente era non visibile, vi sono dei tombini attraverso i quali passare e fare lunghi balzi nel tabellone, i lampioni si spengono uno alla volta secondo un ordine prestabilito.

Mr. Jack è un ottimo gioco, che gode di materiali superlativi e grafica azzeccata, cosa che fa ahinoi lievitare il prezzo intorno ai 30€; per contenere un po' i costi avrebbero potuto diminuire leggermente le dimensioni dei componenti e della plancia. Il gioco scorre piacevolmente fin dalla prima partita, e il regolamento è esaustivo senza lasciare dubbi. La longevità del gioco è affidata (oltre alla composizione delle diverse serie di personaggi giocabili round dopo round) al posizionamento dei gettoni personaggio che dopo le prime partite seguendo lo schema proposto dal regolamento è possibile cambiare a piacimento. L'influenza del caso è percettibile, la combinazione di carte personaggio disponibile nei round dispari non è prevedibile e questo potrebbe portare a situazioni svantaggiose nella seconda metà della partita, ma questo aspetto del gioco non è mai stato oggetto di critiche da parte nostra.
Nel caso il gioco piaccia talmente tanto da far venire a noia i personaggi base, esiste un'espansione che ne introduce di nuovi e altre due versioni stand alone del gioco: Mr. Jack in New York e Mr. Jack Pocket. Non mi resta che consigliarvi il gioco se l'ambientazione vi intriga, se vi trovate spesso in due giocatori e se i giochi di deduzione vi appassionano.

Nessun commento:

Posta un commento