mercoledì 17 settembre 2014

Essen 2014 watchlist - Royals (il Compulsivo)

Quest'anno le case editrici sono in generale più parche di informazioni sui giochi in uscita per Essen. Questa settimana tocca a ABACUSSPIELE svelare il suo asso, si tratta di Royals, gioco di Peter Hawes (Wars of the Roses e Francis Drake per citarne un paio) illustrato da Menzel.


Non è ancora disponibile il regolamento, ma la sinossi recita:

In Royals, i giocatori assumono il ruolo delle grandi case nobiliari del XVII secolo in lotta per la supremazia in Europa a quel tempo. Utilizzando le carte nazione occupano posizioni influenti e ottengono bonus, in cerca di punti vittoria. Più alto è il rango del titolo associato con la posizione, più carte nazioni richiede. Posizioni già occupate possono essere contestate utilizzando carte intrigo.
Il gioco dura tre periodi, con una fase di punteggio alla fine di ciascuno di essi. Durante questa fase, i giocatori con la maggiore influenza in ciascuno delle quattro nazioni guadagna punti vittoria. Dopo la terza fase di punteggio, la partita termina calcolando anche il punteggio per i singoli titoli nobiliare. Il giocatore con più punti vittoria vince.

Il dettaglio che ha suscitato il mio interesse è la carta spezzata in due, con incastro a puzzle. Sono molto curioso di vedere come verrà impiegata questa idea nel gioco.
Così a prima vista, il numero di carte necessario per influenzare il personaggio (parte alta) è variabile rispetto al titolo nobiliare (parte bassa) e a un valore numerico che forse è relativo al numero di cubetti da giocare nella nazione.

4 commenti:

  1. Quella carta spezzata è molto intrigante...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Così a prima vista, il numero di carte necessario per influenzare il personaggio (parte alta) è variabile rispetto al titolo nobiliare (parte bassa) e a un valore numerico che forse è relativo al numero di cubetti da giocare nella nazione.

      Elimina
  2. "la carta spezzata!"
    Pochi materiali ma tanta curiositá!

    RispondiElimina
  3. Qualcosa del genere si è già visto in Noblemen. Grazie della segnalazione, adesso lo tengo nel radar anch'io.

    RispondiElimina