martedì 1 luglio 2014

Ants: the Board Game (il Compulsivo)


Ieri ho notato un nuovo gioco proposto su Kickstarter, Ants: the Board Game, a tema formiche antropomorfe che combattono tra loro per la vittoria di una partita che dovrebbe restare tra i 90 e 120 minuti, mettendo a confronto da 2 a 4 giocatori. Il tasso di difficoltà non dovrebbe essere troppo alto, proponendosi dai dieci anni in su. I giocatori potranno schierarsi per una di quattro fazioni (Ninja, Kung fu, Ranger e Sciamani) differenziate per stanze con caratteristiche uniche all'interno del formicaio.

Non è ancora disponibile il regolamento ma qualche dettaglio sulle regole di gioco viene dato. Innanzitutto lo scopo: costruire la colonia più grande o eliminare le regine degli altri giocatori (non ci credo che parliamo di player elimination...). Le formiche sono di quattro tipologie (regina, operaia, soldato e riproduttrici) e durante
il proprio turno si avrà il diritto a fare due azioni tra le seguenti:

Regina
     - utilizzare uova per far nascere nuove formiche
Operaia
     - ingrandire il formicaio
     - costruire una stanza
     - coltivare cibo
Soldato
     - esplorare e quindi pescare carte da utilizzare anche contro gli altri giocatori (primo elemento di interazione diretta)
     - inviare a cacciare rispondendo alle carte pericolose giocate dagli altri
     - conquistare, attaccando un avversario (secondo elemento di interazione diretta)
Riproduttrici
     - accoppiarsi e colonizzare per prendere possesso di un nuovo formicaio

Vi è poi un round di mantenimento (upkeep round) in cui è necessario nutrire e far avanzare nella propria vita (molto interessante) le formiche.

Le condizioni di vittoria, come già accennato, sono molto semplici: avere la colonia più grande ottenendo il quarto formicaio o essere l'unico giocatore ad avere una formica regina.

In conclusione, il gioco sembra abbastanza interessante soprattutto per me che non sono riuscito a provare Myrmes e che ho ancora sul gozzo. Sono sicuramente ispirato dall'artwork e dall'unicità di alcune stanze del formicaio che sono curioso di capire come abbiano bilanciato e come influenzino lo svolgersi della partita, ma sopratutto mi intriga lo stile euro del gioco mischiato a dinamiche molto interattive (come il sistema di aggressioni dato dalle formiche soldato e dalle carte) e tipicamente legate al mondo american. Il prodotto ad una prima impressione sembra buono, ma non sono certo di superare lo scoglio del prezzo: 55€ + dogana, nel caso riesca a ottenere un early bird lasciato libero.

7 commenti:

  1. Sinceramente ninja, kungfu e compagnia bella mi lasciano perplesso

    RispondiElimina
  2. Non fai prima a provare Myrmes che ce l'hai in circolazione già in italiano e, addirittura, online gratuito su http://www.boiteajeux.net/ ??

    RispondiElimina
  3. anche a me ispira più Myrmes, ho sempre voluto provarlo ma alle varie fiere e manifestazioni non l'ho mai trovato..
    non conoscevo il sito boiteajeux... interessante..
    grazie fabrizio..

    RispondiElimina
  4. mi sembra anche di ricordare che il tema "insetti" non fosse molto gradito. forse con questa ambientazione antropomorfa potrebbero cambiare opinione

    RispondiElimina
  5. BAH, io in un gioco mi devo immedesimare... E non ho mai sognato di vivere un giorno da Z-la formica!
    Myrmes difatti non mi ha mai attirato...e questo è suo fratello.
    Mezzo bocciato in partenza!

    RispondiElimina
  6. E, come direbbe "el Loco": cosa c'è di bello a veder delle formiche che si ingroppano???!!!

    RispondiElimina
  7. credo che alla fine il gioco non vedrà mai la luce...a 8 giorni dalla chiusura ha raccolto 3000$ a fronte dei 20000$ richiesti!
    una dimostrazione che (anche se disegnato veramente bene) il tema formiche non vende!

    RispondiElimina