giovedì 19 ottobre 2017

Preview Tilting at Windmills

Ed eccoci alla fine (quasi sicura) della serie di articoli dedicati ad alcune novità che verranno presentate a Essen. Difficilmente pubblicherò come di consueto martedì, mentre cercherò in qualche modo di scrivere regolarmente direttamente dalla fiera. In base alla disponibilità di connessione cercherò di scrivere qualcosa ma anche di pubblicare video, magari qualche intervista come l'anno scorso. Quindi mi raccomando iscrivetevi al canale YouTube perché non utilizzerò Telegram.

Veniamo però a Tilting at Windmills, gioco di una giovane casa editrice ungherese, la Cogitate Games, che ha attirato la mia attenzione essendo per 2 giocatori e leggermente asimmetrico e si appoggia su un'ambientazione veramente interessante: Don Chisciotte che cerca di assalire i mulini a vento da una parte, Sancho Panza che vuole impedire che il suo padrone si faccia male dall'altra. Chi prevarrà?

martedì 17 ottobre 2017

Kanagawa (Iello)

L'estremo oriente, il Giappone più in particolare, colpisce profondamente l'immaginario di molte persone, compreso il mio, nonostante non abbia poi così tanti giochi con questa ambientazione.
Il tema di Kanagawa, creare un dipito Sumi-e andando a lezione da un maestro e migliorando le proprie competenze, attinge a piene mani da questa cultura e mi ha sicuramente attratto, se aggiungiamo la firma di un designer sulla cresta dell'onda come Bruno Cathala l'acquisto diventa quasi un instabuy.

Già diversi hanno parlato delle regole e potete trovare facilmente dei video che ne spieghino il gamplay. Mi concentro quindi solo sulle caratteristiche che dovrebbero spingervi a scegliere o meno di acquistare questo gioco.

giovedì 12 ottobre 2017

Preview Photofinish + Intervista all'autore

Oggi stavo leggendo il regolamento di Photofinish: the Final Rush, il nuovo nato in casa Planplay e mi stavo apprestando a scriverne un'anteprima. Poi però mi sono detto che conoscendo Walter Nuccio, l'autore, assiduo frequentatore degli incontri di autori di giochi e autore de La progettazione dei giochi da tavolo, poteva essere interessante sentirne parlare direttamente da lui.

Ciao Walter, ti va di presentari in qualche riga ai nostri lettori?
Ciao Remo, nella vita sono un informatico, nel tempo libero un appassionato di giochi e di game design. Quando mi imbatto in un gioco interessante mi piace “smontarlo” concettualmente per capire com’è fatto, perché trovo ci sia sempre tanto da imparare. Da questa attitudine sono partito per scrivere il mio libro, che hai citato, nel quale parlo di giochi da tavolo dalla prospettiva di chi li progetta.